Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è domenica 25 giugno 2017

Il moglione

pubblicità

pubblicità

Il moglione

Che traffico, ragazze ! in barba alla permissività, va l’uomo sposato come non mai. Ma che avranno sti uomini sposati? Qualsiasi bruttino noioso che prima nessuno lo guardava, appena impegnato legalmente diventa affascinante.

Conosco fior di ragazze, invano corteggiate da gagliardi giovanotti, che come amanti di sposati accettano di vivere da clandestine per anni e anni, subiscono umiliazioni, finchè lui non le lascia accampando il rimorso per la moglie – come 30 anni fa, prima del divorzio.

Hanno un bell’ingannarci i giornali, patinati e non: siamo molto più indietro di quel che crediamo. Nessuna libertà di costumi è riuscita a sciogliere il nodo morboso e potente che lega le ragazze libere agli ammogliati. Io questa attrazione non l’ho mai capita. Nella mia imprudente gioventù mi sono innamorata anche di un nano, e pure traditore – mai d’uno sposato – che mente per stare con te, deve pensarti di nascosto, e magari si è cambiato la cravatta in macchina, per non dare nell’occhio a casa. Certo la tribù degli sposati non ha sentito la mia mancanza, vista la legione di donne pronte al sacrificio.

Intendiamoci, mica sono tutti uguali: esistono i generosi, i passionali, i sentimentalmente ricchi che riescono a dare a entrambe, ma fra tutti il peggiore, quello che andrebbe evitato e invece è richiestissimo, è il Moglione – ovvero il mammone della moglie.

Costui è un egoista assoluto e inguaribile. Ogni sua azione fa capo all’autorità della moglie (autorità derisoria: poveretta ! se fosse vera, non starebbe nel letto con un’altra). Se non avesse moglie gli sarebbe più difficile essere crudele, ma c’è la cornuta, a casa, la cui esistenza santifica ogni azionaccia. A sua insaputa, spauracchio nelle mani di lui che la usa e trasforma a suo capriccio: strega o martire, a seconda di come gli fa comodo.

Una mia amica, innamoratissima, ha lasciato il ragazzo con cui doveva sposarsi, pensando che LUI facesse altrettanto. Figuriamoci ! col Moglione, la reciprocità è un sogno. Un’altra – lei 25, lui 48 – mi diceva mi sono messa con uno più anziano credendo di essere compresa e protetta, invece mi sono trovata davanti un bambino invecchiato nel suo vizio, un brigantesco egoismo cullato dalla moglie … che però non gli bastava, voleva farselo cullare anche da me.

Sono avidi di nutrici, questi moglioni. Col Moglione è come giocare contro il banco: si perde sempre, salvo miracolo. Specie col Moglione incanaglito da 20 anni di piatti preferiti, che identifica la moglie coi confortevoli arredi della casa, come il divano sformato dalle proprie chiappe, che non si cambierebbe mai con uno nuovo. Sport favorito del Moglione, è schiacciare l’amante col suo pentimento falso e peloso, buttandole sul groppone il carico di un senso di colpa che spetterebbe a lui solo.

Un’amica, che aveva appena rotto rabbiosamente con un Moglione mi ha detto: Ah finalmente ho incontrato l’uomo giusto! E io: Non è sposato?

Si, ma questo ha le palle.
Cioè?
Non mi parla mai della moglie.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati