Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buona sera, oggi è venerdì 23 giugno 2017

Come usare l'empatia per una relazione duratura

pubblicità

pubblicità

Come usare l'empatia per una relazione duratura

L’empatia è un fattore fondamentale nella relazione di coppia. Il modo e il grado in cui i partner possono dedurre ciò che l’altro pensa e sente dicono molto sulla possibilità di successo dell’unione e sulla probabilità che si tramuti in una relazione duratura.

All’estremo opposto abbiamo quelle coppie i cui membri si isolano emotivamente, comunicano raramente i propri sentimenti  o sono in grado di esprimerli solo attraverso una violenta discussione. L’effetto di questi atteggiamenti negativi è, tuttavia, quello di creare uno stato di crisi interminabile. E’ il modo migliore per far colare a picco un matrimonio!

Dallo studio di questi momenti di crisi è possibile trarre alcune riflessioni che ci possono suggerire cosa fare e cosa non fare con il nostro partner. In questi momenti avvengono dei veri e propri “sequestri emozionali”, in cui i coniugi sono talmente sopraffatti dalla negatività del partner e dai propri sentimenti che essi vengono inondati da sentimenti terribili, totalmente sfuggiti al nostro controllo. In questi momenti le persone non possono udire niente senza distorcerlo, senza interpretarlo come un frase espressa in cattiva fede, come un attacco alla propria personalità.

E’ come se il nostro cervello iniziasse a “pompare fuori” emozioni e pensieri negativi contro tutto e tutti. Quello che è strano, è che queste persone si accorgono dei propri comportamenti, vorrebbero fermarsi o fuggire altrove ma non riescono perché i loro sentimenti negativi hanno il sopravvento, dirigono l’azione, hanno potere di priorità su qualsiasi altro pensiero. Si tratta di una vera e propria inondazione di sentimenti negativi, tossici, un mix di paura e collera, che ci mette sempre una vita ad andarsene.

Alcune persone conoscono raramente questi momenti, resistono facilmente alla rabbia e al disprezzo; altre, invece, possono essere travolte dalla piena non appena il coniuge indirizza loro una leggera critica. Ecco un breve dialogo, poche battute, che rendono bene l’idea di come si possa iniziare una lite furibonda partendo da un’osservazione banale.  

Marito: “Hai ritirato la mia roba in tintoria?”
Moglie: “Hai ritirato la mia roba in tintoria?! Vattela a prendere da te la tua roba. Che cosa sono io, la tua serva?”
Marito: “Se lo fossi, almeno sapresti fare il bucato”.

Ovviamente la maggior parte dei coniugi ha, di tanto in tanto, scontri di questa intensità quando entra in conflitto. E’ una cosa normale. Per il matrimonio i veri problemi iniziano quando uno dei due coniugi si sente perennemente “in piena”.  In questo caso il partner si sente sopraffatto dall’altro, è sempre sulla difensiva in quanto teme di essere vittima di un assalto o di una ingiustizia. Sarà sempre pronto a rilevare il minimo segno di attacco, insulto o rimprovero, e reagirà sicuramente in modo esagerato al minimo accenno. Se un marito si trova in questo stato, il fatto che la moglie dica “Tesoro, dobbiamo parlare” può innescare il pensiero “Sta provocando un altro scontro”, e questo scatenerà l’ondata di litigi.

Questa è la situazione più pericolosa per la coppia, una tappa catastrofica nella relazione: piccoli problemi diventano gravi conflitti, i sentimenti vengono continuamente feriti. Quando questa situazione si protrae comincia a serpeggiare il pensiero che sia inutile parlare, e i due partner cercano di mitigare la propria sofferenza ognuno per conto suo. Essi cominciano così a condurre vite parallele, essenzialmente isolati l’uno dall’altro e sentendosi soli all’interno del rapporto.

Per i partner una fondamentale competenza emotiva è quella di imparare a tenere a freno i propri sentimenti negativi. Essenzialmente, ciò significa avere la capacità di riprendersi rapidamente dall’ondata di piena dei sentimenti negativi. Dato che in questi momenti i partner perdono la capacità di ascoltare, parlare e pensare con lucidità, quello di calmarsi è un passo fondamentale, senza il quale non può esserci ulteriore progresso nella risoluzione della disputa.

E’ necessario individuare i pensieri negativi che “bloccano l’ascolto”, non bisogna credere in essi e si deve compiere ogni sforzo per richiamare alla mente fatti o prospettive che li mettono in discussione. L’empatia nella coppia gioca un ruolo fondamentale proprio perché consiste  nella capacità di ascoltare davvero i sentimenti che si celano dietro alle parole, permette di vivere sulla propria pelle le emozioni che sta provando il partner. Se un coniuge riesce a empatizzare davvero con l’altro significa che riesce a calmare le proprie reazioni al punto da essere abbastanza comprensivo dei sentimenti della persona amata. Anche nella foga di una lite, quando i due partner sono nel pieno del sequestro emozionale, uno dei due, a volte entrambi, possono riuscire ad ascoltare e a rispondere ai gesti di riconciliazione del partner. La capacità di ascoltare tiene unite le coppie.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati