Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è domenica 25 giugno 2017

Lontano dagli occhi...

pubblicità

pubblicità

Lontano dagli occhi...

Lontano dal cuore? Chi vive un amore a distanza sembra avvolto da un alone di importanza, ha qualcosa di speciale. Che cosa lo rende speciale?

Lontano dagli occhi ma tanto dentro al cuore
In prima battuta viene subito alla mente l’idea di un amore sofferto proprio perché lontano e non immediatamente raggiungibile. Il desiderio è intenso, alimentato dall’assenza, ed è proprio questa intensità sofferta a renderlo interessante e importante. Per un teen ager è facile essersi imbattuto in almeno una delle situazioni che seguono, e averle vissute può significare cose diverse, avere diverse motivazioni a seconda dell’età e della qualità dell’esperienza. Ci si è incontrati d’estate e poi ognuno è tornato a casa propria. Quando l’amato/a è lontano (tanto lontano da poter essere oltremare) ci si srotola e ci si riavvolge come un nastro dentro il senso dell’irraggiungibile, si spasima per ciò che è stato sottratto alla vista e ai sensi. L’assenza colora tutto di languore e nostalgia. L’immaginazione vola nutrita dal desiderio; sogni e progetti prendono forma nella mente e la riempiono senza però saziare né scaldare i sensi, senza il raggiungimento di una piena voluttà. L’innamorato, tutto preso dalla nostalgia, sta in mezzo agli altri come sospeso,alle volte un po’ al di sopra di tutto, quasi pervaso di un senso di superiorità, pensa e sente di compiere un’impresa eroica, mitica. L’idealizzazione è all’opera e fa “piangere e sospirare” per qualcuno che proprio perché lontano ha tante buone qualità. Queste buone qualità peraltro non trovano riscontro se non nella fantasia di uno dei partner della coppia - potrebbero esserci ma non vengono mai messe alla prova. L’amore è vissuto tutto nella mente come un vero e proprio sostituto dell’amore reale. E’ la situazione tipica dei giovanissimi, i tredicenni che hanno ancora tanta paura di sperimentarsi in una relazione vera, vuoi per l’ansia dell’incontro con l’altro sesso, vuoi per il timore dei divieti dei genitori
.

Né con te, né senza di te
Non che sia premeditato, è la situazione scelta da chi ama mantenersi degli spazi di libertà, in un certo senso sfuggire a quello che viene temuto come un legame soffocante se troppo vicino a casa, ovvero la  compagna/o di classe,  o quella/o conosciuta in palestra. In qualche modo consciamente o inconsciamente viene scelta la lontananza per esserci un pochino e nello stesso tempo sfuggire, per avere una distanza ottimale; l’intento è quello di non coinvolgersi troppo ma di raccontare a se stessi che tutto sommato si è “come tutti gli altri”, capaci di una buona relazione. Si vorrebbe essere altrove, nel luogo dove l’amato/a vive ! E difatti si è  “altrove”, spesso attaccati al telefono, tutti tesi a riempire di parole il vuoto lasciato dall’amato, a girare e rigirare nella mente i ricordi rimasti dei momenti passati assieme; l’amore si nutre di quel poco passato vissuto e dell’immaginazione di un futuro non ancora a venire .

Aspettami, prima o poi arrivo...
Scelto di proposito, con logica scientifica; abbastanza distante per essere fuori dal controllo, rigorosamente vissuto al telefono, con pochi incontri a date prestabilite; incontri finalizzati a riaccendere la passione, all’insegna della seduzione; chi seduce ha l’aspettativa che chi viene lasciato a casa propria (nella maggioranza la femmina) non abbia nessun altro e sia capace di aspettare e tollerare l’assenza senza avanzare troppe pretese. Ogni incontro è vissuto quasi come uno stordimento perché chi a breve se ne andrà si mostra nella sua parte migliore per tenere legato a sé l’altro. Chi è abbandonato vive nell’illusione di un sicuro e rapido ritorno dell’amato dal quale dipende. Chi abbandona si sente confermato nel proprio potere sull’altro. Sono storie che possono durare a lungo, grazie alla dipendenza di uno dei partner, sono frutto di aspettative malsane e nulla hanno a che vedere con un amore sincero.

Amori a distanza: cosa fare
Per un teen ager non è così impossibile vivere una buona esperienza con un amore distante, tutto sommato è una situazione facilmente praticabile e anche utile per sperimentare la propria capacità di stare in relazione proteggendosi da paure profonde sulle quali è difficile interrogarsi; il problema si pone quando le relazioni invece di spingere verso la crescita assumono modalità fisse, predeterminate, ripetute. Se le relazioni possibili sono solo quelle a distanza o rimangono sempre e solo a distanza allora bisogna forse interrogarsi su quali siano le motivazioni profonde e soprattutto sulla modalità e il significato di questa distanza. Per un certo tempo  l’amore può durare anche a distanza, ma prima o poi viene il momento della verità. Perché sul lungo periodo chi ama davvero potrebbe accorgersi di avere a che fare con un fantasma, un simulacro, e allora… Allora chi ama smette di accontentarsi, di investire di importanza l’immaginario, e chiede con urgenza la presenza; pretende un coinvolgimento totale, pretende l’incontro con l’amore reale non solo virtuale, stufo di quello scappa e fuggi del weekend, dove la ricerca dell’intimità è sempre procrastinata dall’urgenza del tornare a casa, o è tutta concentrata e limitata a rapporti epistolari o telefonici.


Flavia Facco, L'invisibile in menopausa - Psicologia del benessere nella crisi di transizione della mezza età, Franco Angeli, 2005

La menopausa è stata oggetto di modelli interpretativi fondati sulla scissione mente-corpo, scissione che non ha giovato a rendere giustizia della complessità del fenomeno, né tantomeno alle donne e ai professionisti della salute che se ne occupano. La menopausa nel tempo da malattia degli eccessi diventa infatti la malattia della mancanza quando non anche causa stessa della depressione. Il testo vuole descrivere una crisi di transizione che sembra invisibile perché non si mostra ai nostri occhi e si svolge invece negli spazi intimi della mente e del cuore delle donne e difficilmente raggiunge spazi socialmente condivisi.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati