Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è domenica 25 giugno 2017

Innamorata di un "Casanova"

pubblicità

pubblicità

Innamorata di un "Casanova"

Capita di innamorarsi di uno di quei maschi per cui serve il guinzaglio lungo e una pessima memoria. Capita anche di perdonarlo a ripetizione convinte dalle sue lacrime e dalle sue promesse. Ma cosa succede se il lupo non perde il vizio?

Quando ve ne siete accorte in realtà è stata una conferma piuttosto che una rivelazione; in cuor vostro sapevate che poteva prima o poi accadere. Avete stretto una relazione molto intima, pensate anche di essere innamorate , di quello che le vostre amiche vi avevano indicato come un “Casanova”. Proprio questo aspetto aveva solleticato il vostro inconscio bisogno di competizione e perciò avete fatto di tutto per conquistarlo e strapparlo alle altre convinte che con voi avrebbe perso il vizio; il segreto progetto era quello di stordirlo con la vostra dolcezza o incantarlo con le vostre mirabili doti e capacità e lui avrebbe smesso di lì a poco  di guardare le altre. Invece continua a farlo e anzi capita che le corteggi sotto i vostri occhi impietosamente e sfacciatamente. Mentre voi vi interrogate su cosa vi manca per essere state messe da parte o annoverate nel mucchio, lui non sembra mostrare il benché minimo senso di colpa, anzi troneggia in mezzo alle sue conquiste e può succedere che vi descriva con impudenza i propri successi considerandovi alla stregua di un’amica.

E’ chiaro che una relazione così mostra a breve termine le sue gravi mancanze e lacerazioni: per lei che si sente costantemente tradita non è possibile costruire nessun tipo di fiducia nell’altro  e questo se si è molto giovani non rappresenta una esperienza rassicurante proprio quando c’è più bisogno di conferme e di legami positivi . Chi tradisce con frequenza e cerca la facile conquista dà di sé un’immagine parziale perché spesso non approfondisce i legami con nessuna in particolare; può accadere che ciò avvenga per una impossibile ricerca della donna ideale , per una inconscia ostilità verso le donne, per uno spasmodico bisogno  di dimostrare la propria virilità.

E’ importante che chi rimane vittima di questo tipo di relazioni si interroghi profondamente sulle proprie motivazioni perché oltre al bisogno di competizione può esservi il desiderio di cambiare l’altro, di redimerlo da quello che si considera essere un comportamento scorretto. Questo bisogno , spesso presente in tutti noi  deve trovare un’adeguata “dosatura”( meglio se in dosi omeopatiche), anche perché è proprio quello che può mettere uno dei partner sul binario sbagliato e  rivelare inconsce tendenze masochistiche: cambiare gli altri si rivela più spesso di quanto si creda  un’impresa impossibile, quanto titanica che può condurre a fallimenti.

Flavia Facco, L'invisibile in menopausa - Psicologia del benessere nella crisi di transizione della mezza età, Franco Angeli, 2005

La menopausa è stata oggetto di modelli interpretativi fondati sulla scissione mente-corpo, scissione che non ha giovato a rendere giustizia della complessità del fenomeno, né tantomeno alle donne e ai professionisti della salute che se ne occupano. La menopausa nel tempo da malattia degli eccessi diventa infatti la malattia della mancanza quando non anche causa stessa della depressione. Il testo vuole descrivere una crisi di transizione che sembra invisibile perché non si mostra ai nostri occhi e si svolge invece negli spazi intimi della mente e del cuore delle donne e difficilmente raggiunge spazi socialmente condivisi.

 

 

 

 

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati