Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buona notte, oggi è sabato 24 giugno 2017

Chi è bravo a letto?

pubblicità

pubblicità

Chi è bravo a letto?

La sessualità è una parte importante della nostra vita; ci permette di provare intense emozioni, di stabilire una forte comunicazione con il partner e soprattutto, di sperimentare il piacere che può essere un forte elemento di coesione nella coppia.

Quindi è del tutto lecito porsi degli interrogativi sulle proprie capacità di dare e ricevere piacere nel rapporto sessuale, per migliorarsi e vivere la sessualità in modo appagante. Tuttavia non bisogna partire dal presupposto che ci siano delle regole generali, valide per tutti, ma cercare, piuttosto, di personalizzare ogni gesto e carezza perché ognuno di noi ha desideri e modi diversi di esprimersi. Il nostro modo di fare l’amore può essere migliorato continuamente, imparare a fare sesso bene è molto più facile di quanto si possa pensare.

Le persone che credono che la sessualità sia solo “naturalità”, quindi un comportamento istintivo, non mediato dalla ragione, dai sentimenti e dalla volontà, sbagliano. Infatti non tengono conto che noi non siamo animali governati interamente dagli istinti. Al contrario, anche il nostro modo di fare l’amore è intriso di cultura. D’altra parte se bastasse la spinta biologica alla riproduzione, come negli animali, non ci sarebbe bisogno di provare piacere sessuale.

Detto questo è chiaro che “essere bravi a letto” è il risultato di tante componenti che vanno dall’intensità dei sentimenti che si provano alla disponibilità a cambiare le proprie abitudini e soprattutto all’importanza che il sesso ha nella nostra vita. Studi scientifici hanno dimostrato che fare spesso l’amore alza i livelli di testosterone che è l’ormone del desiderio sessuale, come dire che “l’appetito vien mangiando”. Ognuno di noi, quindi, può migliorare la propria attività sessuale, in primo luogo attraverso un atteggiamento aperto e positivo e poi, anche ponendo attenzione ai “contorni”.

Il presupposto di un incontro erotico ben riuscito, infatti, è un ambiente piacevole e stimolante curato nei particolari.  La musica, inoltre, ha sempre avuto la funzione di accrescere il piacere e il desiderio e questo si può riscontrare già nelle antiche danze tribali fino ad arrivare all’attuale musica da discoteca, naturalmente la scelta deve tener conto dei gusti personali. Anche gli odori sono importanti, molti predispongono al relax e quindi favoriscono l’eccitazione.

L’atmosfera ha molta importanza, ma il segreto principale è conoscere il partner, prestargli attenzione, capire quello che gli dà piacere veramente. Spesso le donne, ancora oggi, si bloccano in un atteggiamento passivo e di scarsa partecipazione, retaggio di un vecchio modo di intendere la sessualità. Il corpo dell’uomo non è esplorato completamente e le sollecitazioni erotiche si limitano ai genitali. Invece una buona amante sa che anche gli uomini hanno molte altre zone erogene. In alcune aree di epidermide si concentrano una gran quantità di sensocettori, cioè di cellule nervose che rilevano gli stimoli esterni. Si può tracciare una mappa del piacere maschile e tenerne conto con baci e carezze durante i preliminari, in modo tale che lui si lasci accendere gradualmente e arrivi a perdere completamente la testa.

I punti caldi sono: le orecchie, la zona tra gli occhi, i piedi, le cosce, il collo, il torace e i capezzoli, i piedi, il sedere, il pube. Il tratto che unisce l’ano allo scroto se accarezzato con una giusta pressione, produce un intenso piacere. Dopo i preliminari, anche le posizioni in cui fare l’amore sono importanti. La più amata dalle donne è certamente quella del missionario (lui sopra e lei sotto) perché permette un continuo contatto con gli occhi e anche perché è la più comoda! Per evitare il rischio della noia, però, serve più fantasia e anche un po’ di allenamento fisico per osare nuove posizioni ardite e appassionate. Non dare niente per scontato, riuscire sempre a stupire il partner può essere un modo efficace per mantenere viva la passione. Non dimenticare mai la curiosità.

Un uomo bravo a letto è un uomo che sa essere avvolgente e premuroso rispetto al piacere di lei. Soprattutto non è assillato dalle sue insicurezze sulle dimensioni e sulla durata dell’erezione. Inoltre una qualità molto apprezzata è quella di saper ascoltare e quindi rispettare i ritmi e i desideri della partner.

Può essere fondamentale non concentrare tutta l’attenzione solo sul rapporto di penetrazione. Infatti alle donne piace molto, ma non tutte riescono a raggiungere il massimo del piacere in questo modo e hanno quindi bisogno di una stimolazione più diretta del clitoride. Bisogna essere disponibili alla ricerca, allegri e spiritosi. Molte donne affermano che un uomo capace di ironia è un amante ideale. Raggiungere insieme il piacere è bellissimo, ma non bisogna credere che sia indispensabile, anzi spesso è preferibile concentrarsi a turno sul piacere dell’altro.

Il concetto di piacere è molto vasto, non fa riferimento solo all’orgasmo e tanto meno all’orgasmo simultaneo che è un falso mito della sessualità, difficile da estirpare, diffuso soprattutto tra i maschi e molto pericoloso. Infatti spesso se la coppia non riesce a raggiungere l’orgasmo insieme si sente inadeguata, pensa che il rapporto sessuale non sia di buona qualità.

Gli uomini, da sempre detentori del piacere della propria compagna, tendono a rifiutare modi alternativi alla penetrazione perché temono di mettere in crisi la loro autostima e il loro narcisismo. Ecco perché è importante che nella coppia si raggiunga una profonda intimità: solo così si potranno comunicare senza timidezza sensazioni e desideri, diventando responsabili del proprio piacere.

Purtroppo ancora oggi molte donne sono convinte che solo un partner competente sia in grado di svelare loro il piacere, soffrono cioè della sindrome della Bella Addormentata nel Bosco: aspettano il principe che desti come per incanto la loro capacità di provare piacere! In realtà le cose vanno molto diversamente: le donne più recettive sessualmente sono quelle che conoscono meglio i segreti del loro corpo e sono disponibili a insegnarli al principe ignaro.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati