Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buona sera, oggi è venerdì 23 giugno 2017

L'abc del bacio

pubblicità

pubblicità

L'abc del bacio

“Ma in fondo, cos’è mai un bacio? Una promessa più precisa, un voto da confermare?” Il bacio è un mondo a sé, ecco come entrarci evitando gli errori.

Uomini o donne, giovani o meno giovani, nell’arte di baciare c’è un imperativo al quale non potrete sottrarvi: per baciare, nel bene e nel male, ci vuole un partner. Se sei giovane e non hai ancora praticato ti può prendere il panico, ma è normale. In questo articolo ti spieghiamo le tecniche di base che inevitabilmente dimenticherai quando più ti serviranno, ma nell’attesa del grande momento conoscerle ti renderà più sicuro. E invece sei un po’ più navigato ma sei solo e ti domandi se per caso il tuo talento baciatorio lascia un po’ a desiderare, prima di partire per la caccia rivedi i tuoi grandi classici: bacetto innocuo, alla francese, con la lingua, sulle orecchie, sul collo… alla fine saprai tutto, ma proprio tutto quello che c’è da sapere.

Preparare il momento cruciale: la scena del crimine

ragazzi, nel vostro caso il luogo ideale sarà tranquillo, isolato e più lontano possibile da qualunque autorità. Approfittate di una scappata in piscina e chiudetevi nello spogliatoio, o approfittate di un giorno paradisiaco in cui la casa è vuota. Per i più romantici è ideale la passeggiata nei boschi. Per tutti, per il primo bacio raccomandiamo di privilegiare l’aspetto romantico: la rasserenante prossimità dell’acqua, il fragrante profumo dei fiori, la calma che serve per condividere in due (e non in cinquanta) questo momento raro

adulti e meno giovani, a voi qualunque delirio è concesso, anzi, è fortemente consigliato. Adattatevi all’esperienza altrui, sapete ancora così poco della controparte…

per tutti, è d’obbligo una bocca appetitosa. Le labbra rivestono in questa occasione un’importanza preponderante. Ma le labbra non bastano, il bacio è un coro di tutti gli elementi della zona-bocca che uno a uno entrano a far parte della scena principale

curarsi le labbra è obbligatorio. Le labbra sono ciò che attira e che si bacia per primo. Investite adeguatamente in creme idranti e burro cacao per combattere le labbra screpolate: balsami, unguenti, olio di oliva la sera prima di dormire, c’è solo l’imbarazzo della scelta. E voi donne preferite un gloss leggermente profumato e incolore a un rossetto indelebile come il peccato. Nell’attimo cruciale, sono vietati i rossetti che sbavano
 

alito fresco, please! Nemmeno il principe azzurro può resistere a un respiro infernale. Curare con grande attenzione l’igiene della bocca, prima causa del fiato ammorbante. Da bandire gli spray orali che hanno un lezzo standardizzato disgustoso e vietatissimo il dentifricio messo in bocca un secondo prima. Meglio una gomma (da eliminare prima della fase operativa) o una mentina. Eccovi pronti, è il momento di entrare in scena

Ciak si gira: prendere posizione

il bacio è un atto di tenerezza e di amore, e si sposa benissimo con le carezze. I gesti suggeriti non hanno nulla di obbligatorio o di irrinunciabile ma rientrano in un repertorio antichissimo sopravvissuto a tutte le prove.

prima di tutto, relax. Soprattutto se sei giovane e molto, molto agitato. Respirare profondamente, concentrarsi sull’altro e sul piacere che si prova a stargli vicino. In un attimo, tutto il resto non esiste più

cominciare da lontano, per la precisione dalle estremità. Prendergli/le mano, girarvi l’uno verso l’altra. Giocare con le sue dita e far scivolare le vostre fino al suo polso. Guardarvi intensamente negli occhi, far risalire la mano lungo il braccio e poi verso le spalle

fissare la sua bocca e poi ritornare a guardarsi negli occhi. È un ottimo modo per manifestare con il linguaggio non verbale il vostro desiderio ardente di baciare. Far scivolare l’altra mano sotto il suo braccio, e posarlo sulla sua schiena. Eccovi in posizione di partenza, ora mollate gli ormeggi e lasciatevi andare. Nell’attimo fatale e durante il bacio fate scivolare la mano sulla sua nuca, con molta dolcezza. Stringere l’amato tra le braccia, più stringete più è passione. Nel fuoco dell’azione carezzate il suo collo e passategli la mano tra i capelli. Senza fretta: l’ardore si dimostra più con una pressione accentuata che con un gesto rapido

prendersi il giusto tempo per godere di ogni singola cosa: di stringere il partner tra le braccia, di sentire il suo profumo. Assaporate il bacio e questa scoperta progressiva dell’altro, godetene i brividi e le voglie. Non dimenticate di baciare il collo, le donne in particolare ne vanno pazze. Preferire il lato del collo in cui scorre la giugulare. Non c’è solo la bocca per questi gesti, ma anche la punta del naso, il respiro… mordicchiare leggermente il lobo dell’orecchio. Effetto garantito

 

Godersi l'attimo: si bacia con le labbra e sulle labbra

baciare non vuol dire sporgersi in avanti con gli occhi ermeticamente chiusi, la bocca “a culo di gallina” e un risucchio da ventosa sulle labbra del partner. Il bacio è invece più simile alla degustazione di un boccone raro di cui si gode in punta di bocca e con grande diletto.

occhi chiusi o occhi aperti? Ciascuna teoria ha i suoi adepti che di solito parteggiano in maniera irreversibile per una scelta o per l’altra. Tuttavia, se opti per la cecità, non farlo troppo presto, sarebbe un peccato perdersi l’inizio dell’avventura. Il momento ideale per chiudere gli occhi sarà quindi quello in cui, avvicinandoti, cominci a vedere un po’ sfuocato

eccoti finalmente tra le sue braccia: apri leggermente la bocca e avvicinala al bersaglio. Man mano che ti avvicini gira leggermente la testa di lato per evitare una spiacevole collisione nasale

a labbra socchiuse continua ad avanzare fino a raggiungere la sua bocca poi chiudi lentamente le tue labbra su una delle sue, inferiore o superiore. La delicatezza è d’obbligo, vietato mordere e pizzicare, meglio sfiorare

ripetere la procedura sull’altro labbro (inferiore o superiore) moltiplicando i tentativi su entrambe le labbra e tutto intorno alla bocca

Il bacio profondo

dopo una giusta dose di bacetti senti che è arrivato il momento di passare alla marcia superiore: è ora di aprire la bocca. La tua testa è inclinata sul lato. Mentre la/lo baci, socchiudi le labbra: se lei/lui schiude le sue, il gioco è fatto. Socchiudi ancora un po’ la bocca e il tuo labbro superiore finirà per magia a lato delle sue labbra, con il labbro inferiore proprio al posto giusto

la lingua. Oltre a essere uno dei muscoli più potenti del corpo, questa parte dell’anatomia è estremamente sensibile. Ricorda che non sei un ventilatore e neppure una lavatrice, perciò evita guizzi e slinguamenti inappropriati. Esplora la sua bocca in tutta dolcezza, muovendoti verso l’alto e il basso, e facendo ruotare la tua lingua intorno alla sua. Attenzione alle sue reazioni, è molto meglio se gradisce…

quando i baci si fanno più pressanti aumenta la passione approfondendo il contatto, cioè premendo più forte le tue labbra contro e le sue e spingendo leggermente la lingua un po’ più avanti. I baci in apnea sono sconsigliabili, per respirare in questi frangenti basta il naso

nella filmografia recente si vedono i protagonisti che si baciano agitando freneticamente la testa: destra-sinistra, sinistra-destra. E tu ti  chiedi come mai faranno ad agitarsi così tanto. Infatti è un film…

i movimenti della testa e del corpo durante un bacio non hanno niente di prescritto e non seguono figure imposte. Ci si può baciare senza mai cambiare lato e non per questo il bacio sarà meno riuscito. Con un po’ di pratica e molta passione, baciare diventa un’attività assolutamente naturale. Nel dubbio, scegli sempre la soluzione più semplice: se hai voglia di cambiare lato fai una pausa e gira la testa senza smettere di baciare. Completa l’opera con qualche bacetto e una parole dolce sussurrata all’orecchio, stringetevi forte  seguite il cuore e i sensi

Ricapitolando...

un must assoluto: alito sotto controllo. Aglio, cipolla e cibi speziati sono evidentemente un peccato mortale, che siate al primo bacio o insieme da una vita

controlla la quantità di saliva, va bene sbavare di desiderio, ma insomma…

trasmetti un’intenzione, il desiderio sessuale o la passione dell’attimo. Un bacio dato per abitudine o senza interesse sarà immediatamente scoperto e poi è così triste…

distendi le labbra, ma non baciare senza vigore

mordicchiare dolcemente può essere molto sensuale, ma evita i piccoli morsi d’amore, specialmente con una persona che conosci poco. E ricorda: un piccolo mordicchiamento è gradevole, purché non sia troppo insistente

gioca: lascia che labbra e lingue si cerchino, dai e poi togli, dai ancora, insomma, divertiti!

lascia correre le mani, soprattutto se la controparte mostra di gradire. Se c’è abbandono e il bacio si prolunga non esitare – ma in caso di dubbio aspetta a viaggiare lungo il corpo dell’altro. E infine se le tue intenzioni si fermano al bacio, non mandare messaggi ambigui

collo e orecchie non sono da trascurare: bacetti, succhiotti, morsini, risalendo ancora verso la bocca, a volontà. Se la temperatura erotica sale via libera all’esplorazione e alla fantasia, non c’è un solo centimetro del corpo che non meriti di essere baciato

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati