Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buona notte, oggi è sabato 24 giugno 2017

Il giudizio amoroso

pubblicità

pubblicità

Il giudizio amoroso

Un’inchiesta appassionante su come uomini e donne si scelgono: bellezza, intelligenza, gentilezza, prestigio ma anche molto, molto altro.

Come dimostreranno i dati di questa indagine¹, il sentimento amoroso non nasce solo da preferenze inspiegabili o da desideri misteriosi estranei a qualunque interferenza sociale. Anzi, il legame che si forma tra due persone durante un incontro sentimentale ha un contenuto sociale abbastanza ben delineato.  

Noi sappiamo per esempio che l’incontro con il partner ‘della vita’ avverrà probabilmente entro un universo sociale già segmentato, e nel quale ciascuno ha probabilità più elevate di incontrare persone che appartengono al suo stesso ambiente socio-economico. Ma la ‘selezione’ propriamente detta avviene dopo, in maniera insieme conscia e inconscia, attraverso i giudizi che ciascuno formula, dentro di sé, riguardo alle persone che incontra nel suo ambiente di riferimento. I giudizi sentimentai sono delle vere e proprie classificazioni sociali. Nella costruzione della propria ‘prima opinione’ – e quindi agli inizi di una relazione, l’osservazione dell’aspetto fisico gioca un ruolo del tutto particolare: è questa infatti la fonte dei giudizi sintetici istantanei – quella dove emergono nettissime le differenze di valutazione di uomini e donne.

Nell’età degli ‘incontri’, cioè tra 20 a 25 anni, le donne hanno un’idea più chiara degli uomini riguardo alle caratteristiche fisiche del partner che vorrebbero incontrare. Così, solo il 28% delle donne dichiara di non avere in mente un ideale fisico preciso, contro il 38% degli uomini.

L’ideale femminile e l’ideale maschile
Nella costruzione di un ideale fisico, ad alcune caratteristiche viene attribuita un’importanza maggiore che ad altre. Per esempio, e si noti che il 40% degli intervistati era castano, cioè una tinta di capelli intermedia – in un partner immaginario conta di più il colore dei capelli che il colore degli occhi. Entrambi i sessi considerano gli occhi azzurri sommamente desiderabili, ma quando si passa al colore dei capelli uomini e donne esprimono desideri diversi. Una donna su due sogna un uomo scuro di capelli, e solo il 22% delle donne desidera un partner biondo: gli uomini, invece, senza disdegnare le brune (27%) esprimono una netta preferenza per le donne bionde (37%).

Ai capelli biondi è tradizionalmente associata la femminilità e un’idea di personalità moderata e senza eccessi. La maggior parte delle donne preferisce gli uomini scuri di capelli perché all’uomo biondo è associata un’immagine più ‘effeminata’: un ‘uomo vero’ non può essere biondo. In questo gioco di stereotipi che seziona la realtà in modo tremendamente convenzionale, l’immagine dell’uomo scuro di capelli è associata a un’aura di maturità, di virilità e perfino di dominio sociale, quella della donna bionda al fantasma di una femminilità compiuta, ma docile.

Le differenze tra uomini e donne in fatto di preferenze sono spiccate anche per quanto riguarda le misure del partner ideale. Invitate a indicare con precisione l'altezza dell'uomo che avrebbero desidero (altezza minima e altezza massima), solo il 16% delle donne non aveva un'indicazione precisa, contro il 29% degli uomini. Il 65% delle donne sogna un uomo più alto di almeno 5 centimetri, ma solo il 32% degli uomini vorrebbe una donna più piccola di almeno 5 centimetri.

Per le donne la statura dell’uomo on è solo una questione di gusto personale, o una caratteristica neutra: al contrario, la maggior statura maschile è una condizione ‘necessaria’, un tratto centrale della mascolinità.

Quando si passa invece alla forma fisica, i giudizi di uomini e donne si avvicinano: all’età di 20 anni, solo il 13% delle donne e il 16% degli uomini non esprime alcun desiderio dettagliato in merito. La forma fisica è in effetti una caratteristica dell’aspetto sulla quale l’individuo può operare, più o meno. Esprimere una preferenza diventa allora più tollerabile. Le preferenze maschili sono più nette di quelle femminili: il 55% degli uomini ha per ideale una donna magra (il 20% una donna più ‘rotonda’), mentre il 50% delle donne vorrebbe un uomo magro, ma il 30% lo vorrebbe forte e robusto. L’ideale maschile si concentra su modello o una norma di femminilità unica, mentre le donne sono più divise sulla silhouette di riferimento.

Le donne prestano una grande attenzione a come gli uomini sono vestiti, mentre gli uomini sembrano quasi non considerare questo fattore. Il 63% delle donne, contro il 48% degli uomini, dice di ricordare esattamente come il partner era vestito durante il primo incontro. Ma l’attenzione delle donne all’abbigliamento maschile non è il segno di un’impressione ‘indimenticabile’ lasciata dallo stile del partner, dato che una percentuale non trascurabile delle stesse donne (9%) esprime in proposito un giudizio piuttosto negativo sulla sua tenuta, contro lo 0% degli uomini.

¹ Campione dell’indagine: 3.000 persone tra 18 e 45 anni, single, fidanzate e sposate. Il questionario comprendeva 250 domande, e scopo dello studio era analizzare il contesto, le circostanze, le preferenze e i giudizi legati all’incontro, e la costruzione successiva della coppia. I soggetti del campione erano catalogati in funzione della professione.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati