Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è mercoledì 24 maggio 2017

Piccolo viaggio nel mondo delle bugie

sesso in pillole
 




Piccolo viaggio nel mondo delle bugie

Dalla politica internazionale al semplice rapporto di coppia, dobbiamo chiederci "sarà vero quello che mi dice ?", oppure "è giusto che io nasconda certe verità ?". La risposta dipende da fattori culturali, oltre che psicologici. Per esempio, nel mondo anglosassone e protestante dire bugie è molto più grave che non nel mondo latino o arabo. Anzi, da noi chi è più debole è autorizzato a mentire per sopravvivere alla sopraffazione. L'arte di falsificare la realtà diventa così fonte di ammirazione. Le furberie di Scapino, i trucchi descritti nel Decamerone per "scroccare" avventure sessuali, sono visti con occhio benevolo, mentre nella cultura anglosassone sarebbero considerati una mancanza alla parola data.

Ci sono poi le bugie buone, che servono a chi le riceve; mentre le bugie cattive servono soprattutto a chi le dice. Sono bugie buone quelle dette ai malati o che servono a proteggere un debole. All''estremo opposto esistono le bugie cattive dette per ferire, per umiliare, o per approfittare dell''altro. Un tipico esempio di verità ancora più cattiva della menzogna è la frase : "Il tuo chirurgo ha fatto veramente un miracolo", detta da una signora maldicente all''amica che si era appena fatta fare un lifting !

Tra le due categorie estreme (bugie buone e cattive) esiste la massa delle bugie opportuniste e funzionali. La bugia può proteggere il diritto alla privacy, ma un eccesso di sincerità e di trasparenza può diventare una debolezza. Ci sono poi le bugie diplomatiche che servono a mascherare un evento che l'altro non potrebbe sopportare. E poi le ambiguë bugie per omissione, in cui il mentitore si sente assolto, se l'altro non domanda esplicitamente dei dettagli che lui invece omette. Certe bugie sono inoltre indotte da interlocutori troppo creduloni.

Alcune bugie possono essere dette a se stessi tanto per scaldarsi il cuore. Sono, a volte, da rispettare, come quelle dei bambini che si inventano delle storie per compensare la loro inferiorità fisica. Il bambino mitomane non è necessariamente malato, così come non è nevrotico il bambino bugiardo. Ci sono dei bambini furbi che attraverso le bugie esprimono la loro forza. Anche negli anziani le bugie sul passato sono un modo di mantenere dei ricordi più rosei di una dura realtà. Le utili falsificazioni dei ricordi devono essere distinte però dai mitomani patologici, venditori di fumo, falsari, persone che tendono ad ingannare gli altri oltre che se stessi, e che è meglio non incontrare sia in amore che negli affari.

Resta da definire se le bugie siano maschili o femminili. Sono state considerate un comportamento prevalentemente femminile, figlie delle emozioni e della labilità emotiva attribuite storicamente alla donna. Oggi però sembra che nei rapporti professionali menta di più l'uomo, mentre nei rapporti privati è la donna che mantiene la leadership. Questo è stato confermato da una ricerca fatta all'Università americana di Stony Brook per verificare le reazioni sessuali (che possono essere misurate, visto che l'eccitazione è quantificabile attraverso il cambio di colore delle mucose genitali). I volontari sono stati sottoposti a degli stimoli erotici di vario tipo e gli apparecchi hanno registrato le loro reazioni. Contemporaneamente, le persone sono state invitate ad esprimere il loro grado di eccitazione. Ebbene : le donne hanno mentito più degli uomini, minimizzando le loro reazioni, soprattutto rispetto a stimoli non abituali. Quindi è la donna che nel sesso mente di più.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati