Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è mercoledì 24 maggio 2017

Molestie sessuali o corte maldestra?

sesso in pillole
 




Molestie sessuali o corte maldestra?

Questo fenomeno, ritornato prepotentemente d'attualità anche con il caso di Anita Hill e del giudice Thomas, soffre di una contraddizione interna. Da un lato le donne si lamentano che non ci sono più uomini veri; e dall'altro, appaiono milioni di molestatori.  La spiegazione è forse che i molestatori non sono necessariamente virili, ma solo violenti, ed a volte misogini. Ma quanti sono? Secondo le ultime ricerche italiane, circa 800 mila; contro due milioni di donne molestate.

Indagini e sondaggi offrono un dato piuttosto costante: il 30% circa delle donne che lavorano ha subìto personalmente o è stata testimone di molestie sessuali. La definizione di "molestie" è però molto elastica. Secondo un progetto di legge del Pds, che ricalca una norma già vigente in Francia, non si tratta solo di gesti espliciti, ma anche di parole ed atteggiamenti che mettono in gioco la dignità della vittima. Questa definizione interpreta il desiderio lodevole di dare un'interpretazione larga delle molestie ed al tempo stesso apre la porta ad ambiguità e confusioni.

Quando ero più giovane sono stato redarguito da una ragazza perché volevo ballare troppo stretto con lei... Si tratta già di molestia sessuale? Più recentemente, ad un cocktail una signora si è detta molestata dal mio sguardo "penetrante".  A parte il fatto che guardavo un persona dietro di lei, si tratta veramente di molestia sessuale?
Ed infine un esempio recentissimo: a bordo di un aereo Alitalia verso Milano, una hostess mi ha raccontato che a volte dei passeggeri mettono una banconota con il loro biglietto da visita nel vassoietto del cibo.
Ma di nuovo, si tratta di molestia sessuale o di una corte maldestra? Il mondo è pieno di maleducati volgari e di handicappati dell''intimità.

Ci sono inoltre anche dei timidi che, di colpo, sono presi da raptus e agiscono in maniera maldestra. Ma non possono essere assimilati automaticamente a dei criminali. Molto più sgradevole e pericoloso è chi prevarica in campo professionale. Nel 50% dei casi si tratta di colleghi; sono dei capi nel 35% dei casi, mentre nel 15% si tratta di un cliente. Il molestatore non è necessariamente molto virile, anzi si potrebbe dire che a volte è poco sicuro di sé, perché deve usare un suo potere extra-sessuale per ottenere sesso. Ci sono dei molestatori per misoginia, che hanno bisogno di umiliare la donna; e ci sono dei molestatori per "machismo", che soffrono di troppa eccitazione sessuale. Senz'altro i primi sono più condannabili dei secondi, che hanno sempre la donna in testa e che vivono in una perenne ricerca di sesso... Ma questo a volte non porta ad interazioni sgradite, perché se c'è chi usa il potere per ottenere il sesso, c''è anche che usa il sesso per ottenere il potere.

Come ha detto giustamente Natalia Aspesi, non bisogna poi dimenticare la vasta schiera delle non-molestate e delle non-più-molestate deluse. Una signora abbastanza in là negli anni e depressa, mi diceva che anche se si metteva la minigonna, gli uomini in strada non fischiavano più! In altri termini, a parte le situazioni di violenza subita di cui le molestie sessuali non sono che la punta dell'iceberg (stupro, incesto, pedofilia), esistono meccanismi di interazione a volte ambigui, in cui la vittima è a volte in parte complice. Non per niente alcuni ginecologi domandano la presenza di un'infermiera per certe visite specialistiche, perché temono le accuse delle pazienti mitomani. Bisogna fare una legge speciale per le molestie sessuali? Meglio forse limitarsi ad affinare la legge attuale. Perché io credo che, quando le norme dello Stato interferiscono troppo nel comportamento privato, rischiano, in nome della giustizia, di raffreddare, irrigidire, paralizzare quel mondo ambiguo, a volte nocivo ed a volte seducente che è il sale della vita.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati