Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon pomeriggio, oggi è giovedì 25 maggio 2017

I calcoli dell'amore

sesso in pillole
 




I calcoli dell'amore

Amare è un verbo transitivo attivo ed è paragonabile al verbo “donare” e non al verbo “regalare”. Questo presuppone che alla base ci sia la gratuità e non la aspettativa continua di essere ricambiati.

Al contrario sempre più spesso ho la sensazione di trovarmi di fronte a uomini e donne che, inconsciamente, calcolano quanto possono ricevere dall’altro, in termini affettivi ma anche pratici: questo può portare a una confusione di livelli, per cui alcune persone danno denaro in cambio di affetto o danno affetto in cambio di beni materiali, nobilitando con il sentimento d’amore bisogni di diversa natura. Come quando a Natale la gratuità del dono viene sostituita da una corsa affannosa e calcolata per ricambiare in maniera adeguata il regalo ricevuto, al fine di mantenere o stabilire contatti di affari, così l’amore viene “regalato” in cambio di sicurezza.

Ora, mentre da un punto di vista economico guadagnare è lecito, se non obbligatorio, in amore non può esistere il creditore e il debitore perché i crediti sono sempre a fondo perduto. Il guadagno personale, in questi casi, è rappresentato dalle conseguenze benefiche di un amore che dura e nel quale gli interessi affettivi dei partecipanti trovano il loro spazio legittimo. Raggiungere una tale consapevolezza presuppone che uno dei due faccia il primo passo, donando il proprio amore, nella speranza che l’altro faccia lo stesso e evitare la chiusura e la diffidenza reciproca. Naturalmente esistono legami basati su una reciproca convenienza o su una convenienza a senso unico, ma si tratta di veri e propri affari e, in questi casi, il matrimonio rappresenta un contratto effettivo.
Altro discorso è la gestione del denaro all’interno di una coppia, argomento scottante che non viene trattato mai apertamente e che produce, quasi sempre, conseguenze deleterie relative alle reciproche aspettative non dichiarate e che agiscono in maniera subdola.
D’altra parte gli aspetti pratici ed economici della vita di coppia, in modo particolare la gestione del patrimonio, non servono solo a soddisfare i bisogni materiali dei partner, ma vengono investiti di significati emotivi ed affettivi da non sottovalutare.

Per le donne, generalmente, il denaro rappresenta la sicurezza in senso generale ed è alla base della fiducia che riescono a riporre in un uomo. Per gli uomini, il denaro è simbolo, oltreche di status, di potenza virile. Per la coppia può arrivare ad assumere una funzione più o meno ostentativa, quindi rivolta esclusivamente all’esterno.
Generalmente le persone che si rivolgono a me per una crisi di coppia non manifestano apertamente un eventuale problema a questo livello, ma continuano a riportare una attenta descrizione di come l’altro si comporta, come reagisce di fronte alle richieste, attribuendo una serie di significati affettivi a comportamenti che, spesso invece, non hanno un senso così profondo.

Per costoro, diventa quasi indispensabile capire e scoprire, attraverso gli atteggiamenti dell’altro, se egli è innamorato o meno, perdendo così continuamente di vista i propri sentimenti. Sembra che essere innamorati dell’altro sia direttamente proporzionale a quanto l’altro ami noi. Ma l’amore può essere a senso unico, può non sfociare in una relazione per mille motivi e non per questo cessare di esistere…

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2013

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati