Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è domenica 25 giugno 2017

Il Dow Jones e la bellezza

Seduzione: Il Dow Jones e la bellezza

Seduzione: Benessere economico e recessione incidono sulla nostra percezione di cosa è bello …specie nel volto e nel corpo femminili.

Numerose ricerche hanno dimostrato che l’uomo nella valutazione del partner, da’ a tutt’oggi, molto peso all’aspetto esteriore. Tra gli altri aspetti, nella donna, viene giudicato più attraente un volto che mantenga alcuni dei tratti infantili (occhi grandi o mento piccolo, ad esempio). Un altro parametro tenuto in alta considerazione è il rapporto vita - fianchi: piace quanto più è vicino a 0.70; cioè, quando la vita è più o meno ¾ della larghezza totale del bacino.

Esaminando le playmate del paginone centrale di Playboy nel corso degli anni, lo psicologo americano Devendra Singht ha constatato che, mentre i corpi tendevano a diventare più esili ed asciutti, il quoziente vita-fianchi rimaneva inalterato. Questo “dislivello” determina una curva molto seducente nel corpo femminile ed è proprio la flessuosità del fisico di una donna a catturare lo sguardo degli uomini. Per quanto grasso e forme curve non siano sinonimi, è anche vero che in genere nelle donne l’adipe si deposita su fianchi, natiche e seno rendendo la silhouette femminile sinuosa e morbida. Tuttavia, se è vero che in tutte le culture il sesso forte apprezza le curve, non dappertutto vengono graditi i chili in più.

Alcuni ricercatori americani si sono, infatti, accorti che in paesi in cui il sesso debole ha ridotte opportunità di affermazione economica o sociale, piace di più la donna in carne. In società dove le donne raggiungono un grado di istruzione più alto, invece, piacciono fisici più slanciati. Queste premesse lasciano supporre così che ci sia un legame tra forme del corpo e benessere economico: più quest’ultimo è elevato e meno contano le caratteristiche somatiche legate alla capacità di figliare e di concepire. Nei giornali femminili come Vogue o Cosmopolitan, si è osservato che le donne ritratte sono diventate sempre più tubolari e androgine e che questa tendenza andava pari passo con la conquista, da parte del gentil sesso, di posizioni economiche e sociali sempre più prestigiose e remunerative.

Come ben sì sa, il tenore economico è soggetto sbalzi; è quindi logico pensare che queste fluttuazioni possano interagire con i gusti maschili. Sulla base di questo principio, gli psicologi Terry Pettijohn e Abram Tesser hanno postulato l’Ipotesi della sicurezza ambientale. Secondo i due, la preferenza per una data fisionomia è influenzata dalla maggiore o minore stabilità economica; In periodi di recessione o di incertezza, verrebbero predilette fattezze più adulte; il contrario varrebbe invece in momenti più floridi. Per dimostrare il loro modello, Pettijohn e Tesser  hanno svolto diverse ricerche; una delle loro indagini più significative ha preso in esame i  volti di popolari attrici americane in diverse epoche.

Si così potuto constatare che  le “stelle” che possedevano tratti più maturi (occhi piccoli, mento largo, facce sottili) venivano preferite durante i tempi di “vacche magre”. Lo stesso principio non valeva però per le facce degli attori.

In uno studio recente, lo stesso Pettijohn e il collega Brian Jungeberg hanno sviluppato ulteriormente l’esito di queste ricerche. In sostanza, hanno voluto verificare se la preferenza per determinate fattezze del volto, forme del corpo ed età possa cambiare in relazione al momento economico. La loro idea era che in periodi difficili le persone tendano a prediligere persone il cui volto rispecchi maturità e il cui corpo rifletta indipendenza, sicurezza ed autonomia.

Un volto dai tratti più infantili (occhi grandi, naso piccolo, mento sottile e guance rotonde) viene giudicato molto positivamente sul piano umano: gli viene attribuita un’indole calda, gentile, sincera, onesta, accomodante e socievole. Una faccia più adulta (occhi più piccoli, mento prominente, zigomi alti e sporgenti e naso più deciso) riceve consensi sul piano della sicurezza e dell’affidabilità: chi possiede questa caratteristiche è giudicato sicuro, forte, dominante, esperto, competente e indipendente.  Inoltre, un profilo di questo tipo viene associato ad uno status sociale elevato e ad un ruolo importante, influente e con un maggiore controllo della propria vita. Quanto al corpo, si è appurato ad esempio che l’altezza (soprattutto, nel caso dell’uomo, ma non solo) è spesso legata a una posizione sociale rispettabile.

In modo analogo, l’età è connessa con la responsabilità e la maturità. Per verificare l’impatto di questi tre parametri in relazione al momento economico, i due studiosi hanno preso in esame forme, fattezze del volto ed età delle playmate dell’anno di Playboy dal 1960 al 2000.  Sono state scelte le foto di quel giornale, perché riflettono i gusti dell’americano medio. Quello che è emerso è stato poi confrontato con il GHTM, un coefficiente che, seppure in modo grossolano, è in grado di esprimere il tenore economico generale di un dato anno negli Stati Uniti.  Il risultato dello studio non ha lasciato dubbi: i flussi finanziari intaccano le preferenze estetiche! Se quando il paese versava in difficoltà economiche, le Playmate dell’anno mostravano occhi più piccoli, vita più larga e un rapporto vita-fianchi più alto (erano  quindi più fusiformi); inoltre, apparivano più snelle. Per contro, in momenti di benessere, le donne ritratte risultavano più giovani e di statura più piccola; avevano un corpo più sinuoso e in “salute”; infine, possedevano degli occhi più grandi. Mento e forma più o meno sottile del volto invece non cambiavano granché negli anni; questo, commentano gli autori, perché nelle Playmate, questi due parametri contano meno di occhi e forme del corpo nel determinare l’avvenenza. In chiusura, un consiglio per le donne: prima di cominciare una dieta (quella a zona, quella bilanciata o delle minestre e così via), date un’occhiata all’indice di Wall Street…se la borsa è in rialzo, state bene come siete!

pubblicità

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 19/04/2007

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati