Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è domenica 25 giugno 2017

Sesso da paura

Seduzione: Sesso da paura

Seduzione: La tensione e il brivido favoriscono l’eccitabilità sessuale e aumentano l’attrattiva di chi vive con noi queste emozioni; la scienza ne dà le prove!

Indiana Jones nei suoi film comincia sempre con il litigare con la protagonista femminile; i due arrivano al punto di odiarsi, ma poi … come per magia, all’improvviso provano una intensa, dirompente passione reciproca. Cose da film? Tutt’altro, sembra che un sano litigio o lo sperimentare un pericolo o un esperienza emozionante accendano veramente l’erotismo e l’attrazione.

L’adrenalina in corpo in effetti sembra sia uno dei migliori afrodiaci; almeno questo è quanto emerge da uno studio appena pubblicato degli psicologi Cindy Meston e Penny Frohlich dell’Università del Texas. La loro indagine ha preso spunto dalla “Teoria del trasferimento dell’eccitazione” postulata dal ricercatore statunitense Zilman. Secondo quest’ultimo, uno stato di eccitazione residuo provocato da uno stimolo può funzionare da “trampolino” per una successiva sollecitazione emotiva: in altre parole, se per qualsiasi motivo siamo “su di giri”, questo ci rende più sensibili e eccitabili. Sulla base di questi presupposti e di alcune ricerche che ne hanno dimostrato la validità, Meston e Frohlich hanno voluto verificare se un’intensa esperienza emozionale potesse alzare la soglia dell’eccitabilità sessuale. Per verificarlo, hanno fatto provare ai partecipanti qualcosa di realmente “adrenalinico”: un giro sulle montagne russe. Dopo un’attenta scrematura, sono stati selezionati quattro gruppi: 59 maschi e 45 donne che stavano per montare sulla giostra e  68 maschi e 79 donne che invece ne uscivano.  Alcuni erano seduti a fianco del proprio fidanzato o fidanzata; altri con degli sconosciuti A tutti è chiesto di dare un giudizio su quanto trovassero attraente una persona ritratta in una foto. Le foto usate erano solamente due: una per il campione maschile e una per quello femminile.

L’esito: una volta raccolti ed esaminati i dati, i ricercatori hanno fatto delle scoperte decisamente interessanti. C’era una netta differenza tra chi era ancora a terra e chi aveva già fatto il giro in giostra. Solo alcuni dei primi trovavano affascinante la persona raffigurata in foto. Quando veniva chiesto loro di esprimersi anche su quanto la trovassero desiderabile come potenziale partner, le loro risposte inoltre erano piuttosto “tiepide”.

Tutto diverso il discorso per chi aveva già provato l’ebbrezza dell’attrazione; specie se non sedeva accanto al proprio partner (che evidentemente lo inibiva). Questi ultimi, non solo trovavano attraente la persona ritratta; ma non disdegnavano anche l’idea di avere una storia con lei (o lui). Non è comunque solo il brivido a renderci più eccitabili. Lo psicologo Andrew Barclay ha dimostrato che un effetto simile è prodotto dalla collera. In un suo esperimento, dei soggetti maschi avevano una discussione con una coetanea (in realtà questa era in combutta con lo studioso). Dopo il litigio veniva chiesto loro di sottoporsi ad un test chiamato TAT (test di appercezione tematica). Il test consiste in delle tavole che raffigurano delle scene ambigue e uno deve dire cosa ci vede. Bene, chi aveva avuto il diverbio immagina delle situazioni di tipo sessuale ben più spesso di chi era rimasto indisturbato. In un’indagine precedente e con un disegno sperimentale simile, lo stesso Barclay, oltre a chiedere ai soggetti di illustrare cosa vedessero nei disegni, li aveva invitati a fornire un campione di urina. L’esame comparato delle due variabili ha messo in luce che, non solo chi era stato provocato “stravedeva” più sesso nelle scene, ma le sue urine mostravano un eccesso di “fosfatasi acida”; un ormone prodotto dalla prostata che aumenta con l’eccitazione sessuale. Perfino l’ansia “carbura” l’attrazione.

Lo psicologo americano Allen e alcuni colleghi hanno “inquietato” i partecipanti maschi del loro studio dicendo loro che avrebbero ricevuto una scossa elettrica debole per alcuni e intensa per altri. Dopo questa paurosa rivelazione ai soggetti veniva proposto loro di valutare il proprio stato d’ansia e l’avvenenza di una studentessa universitaria. Ad un gruppo era domandato di giudicare prima la propria agitazione e poi quanto trovassero attraente la donna; per l’altro invece la successione era invertita.

Chi era stato concentrato innanzitutto sul proprio stato d’ansia, trovava la donna più attraente rispetto a coloro che avevano esaminato lei per prima. Ma soprattutto, chi era stato minacciato di prendersi la scossa più forte, si dimostrava molto più attratto di quelli che pensavano di avere solo una scarica blanda. La morale di questi studi? Parchi giochi, avventure, gite turistiche emozionanti, ma anche film ad alto impatto emotivo possono rendere le persone a cui vogliamo piacere più “solleticabili” … un appunto da tenere quindi presente quando proponiamo cosa fare o cosa andare a vedere.

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 19/04/2007

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati