Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è giovedì 25 maggio 2017

Qualche consiglio pratico

pubblicità

Falli felici, sesso per uno

Qualche piccolo consiglio pratico

Prima di tutto, non fissatevi sulle dimensioni. La taglia del pene ha poco a che vedere con la capacità di dare piacere a una donna - capacità che è fatta invece di mille talenti, sfumature e sensibilità. Se pensate o siete certi che il vostro pene sia di dimensioni inferiori alla media, non allarmatevi. Tra le tante posizioni che la vostra fantasia vi ispira, cercate di scegliere quelle che consentono una penetrazione più profonda, allo stesso tempo permettendo alla donna di tenere le gambe relativamente serrate. Per esempio, quando la donna tiene le gambe rialzate l’inclinazione della sua vagina cambia, favorendo l’aumento delle sensazioni durante la penetrazione.

Preferite i movimenti profondi e rapidi a quelli lenti e graduali, e magari iniziate la penetrazione prima che lei sia profondamente eccitata: una minore lubrificazione aumenta l’attrito, e di conseguenza le sensazioni. Se nel corso degli anni avete invece sviluppato un vero e proprio complesso, cercate di compensare quelle ritenete le vostre carenze con altre capacità: probabilmente sarete più attenti, più sensibili alle esigenze della compagna, e perché no, più fantasiosi!

Il rovescio della medaglia è costituito da un pene di dimensioni superiori alla norma. Molti uomini pensano che le donne ne vadano pazze, ma questo non è necessariamente vero. Probabilmente siete un mito tra i vostri amici e la delizia della vostra compagna, ma se invece sentimentalmente siete ancora a caccia, le dimensioni possono diventare un problema, più psicologico che altro. La vagina è molto elastica e se la lubrificazione ha raggiunto un livello ottimale, la donna non avrà problemi ad affrontare la penetrazione. Per arrivare a questo stadio cercate di prolungare i preliminari il più possibile o almeno fino a quando lei è molto eccitata. Nel caso, servitevi dei comuni lubrificanti appositi che si trovano in commercio. Siate graduali nella penetrazione perché le pareti vaginali abbiano il tempo di adattarsi a voi, e privilegiate i movimenti lenti a quelli rapidi e profondi. Le posizioni in cui la penetrazione è più superficiale sono le più adatte, e così pure tutte quelle che permettono alla donna di controllare la situazione, dosando profondità e ritmo della penetrazione in funzione del suo piacere.

La vera dimensione del membro maschile (Sou-nu-miao-loen, Dialogo tra l’Imperatore Giallo Houang-ti e la Figlia di Candeur, Sou-nu)
L’Imperatore domandò: “Come è possibile che nella maggior parte degli uomini gli strumenti più preziosi differiscano tra di loro per dimensione e durezza?”
Sou-nu rispose: “Perché gli uomini, così come nascono diversi nel viso, nascono diversi nel pene. (…) Si trovano infatti uomini piccoli dal lungo membro, e uomini slanciati che l’hanno corto; uomini gracili e deboli dal membro spesso e duro, e grandi e forti dal membro senza grossezza né forza. Alcuni hanno un pene smisurato, in altri è coperto di vene gonfie come fosse in collera. Ciò che più conta, è che il membro non sia tale da impedire la penetrazione”.

L’Imperatore allora chiese: “Quale sorta di effetto produce sulla donna questa varietà di forma e di durezza del “bimbo”,?”
Sou-nu rispose: “Il profilo e il grado di durezza dei quali la natura ha dotato l’uomo, ecco ciò che è visibile all’esterno. Ma ciò che si manifesta all’interno, è la destrezza nel far quadrare le cose per la gioia della donna durante il coito. Se l’uomo sa farla innamorare con il suo sentimento e le sue attenzioni, se la convince di morire d’amore per lei, la donna non baderà punto a sapere se il suo membro è lungo o corto, gracile o grosso”.
L’Imperatore domandò: “In cosa differiscono tra di loro i membri duri e quelli molli?”
Sou-nu rispose: “Un membro lungo e grosso vale spesso meno di uno corto e gracile, ma saldo e duro. Un membro saldo e duro che si introduce e si ritira con rudezza vale meno di un membro meno duro che si muove con dolcezza e delicatezza. La dorata mediocrità, ecco ciò che vi è di gran lunga di meglio.”


NAVIGA
- Falli felici: chi comanda qui? (I parte)
- Falli felici: chi comanda qui? (II parte)
- Falli felici: elogio della masturbazione (I parte)
- Falli felici: elogio della masturbazione (II parte)
- Falli felici: tutto il piacere per me
- Falli felici: tutta la verità sulle dimensioni
- Falli felici: lunghezza, larghezza, forma
- Falli felici: qualche piccolo consiglio pratico
- Falli felici: un secolo di sesso, le pietre miliari del 1900
- Falli felici: chi comanda qui? il mito del mandingo
- Falli felici: chi comanda qui? un pene da fare invidia (I parte)
- Falli felici: chi comanda qui? un pene da fare invidia (II parte)
- Falli felici: chi comanda qui? un pene da fare invidia (III parte)
- Falli felici: chi comanda qui? l'arma impropria (I parte)
- Falli felici: chi comanda qui? l'arma impropria (II parte)
- Falli felici: chi comanda qui? la ricetta della felicità
- Falli felici: chi comanda qui? il futuro del sesso
- Falli felici: disfunzioni sessuali, riguardano un adulto su tre

pubblicità

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 15/09/2008

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati