Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon giorno, oggi è giovedì 25 maggio 2017

Il sex appeal

pubblicità

Il sex appeal

Donne giovani e belle accompagnate con uomini maturi, giovani affascinanti in coppia con donne meno appariscenti … ci si domanda cosa li tenga uniti se sono così diversi. Ma davvero sono così “distanti”?

Una persona ha del sex appeal, cioè del fascino, quando riesce ad attrarre a sé, con una certa facilità e naturalezza, numerose persone dell’altro sesso. I ‘vincenti’ nella categoria del sex appeal sanno emozionare, consapevolmente o meno, i loro possibili partners, attraverso messaggi misteriosi e simbolici, in grado di trasformare in poco tempo una persona distratta ed occupata in altre cose in un possibile partner, attento, sollecito ed interessato. I messaggi più forti sono quelli meno espliciti, meno riferiti direttamente agli aspetti strettamente sessuali. Essi riguardano ad esempio l’idea di buona salute, forza fisica e psicologica, odori gradevoli,  bellezza del corpo, eccetera.

Tempo fa è stata effettuata una ricerca per comprendere quali fossero in particolare le caratteristiche più desiderate in un partner sessuale. Ne è emerso che le donne cercano negli uomini anzitutto il successo, l’esperienza nella vita sociale, la leadership, la professione, la posizione economica, il carattere brillante, l’esperienza di diverse altre relazioni sentimentali precedenti e, solo dopo tutto questo, la bellezza fisica, rappresentata da un corpo forte e muscoloso, spalle larghe, mascella larga, zigomi prominenti, mento pronunciato, fronte ampia, alta statura, potenza sessuale e via dicendo. In ogni caso è ormai provato che le donne guardano più all’insieme della persona che non ai singoli attributi fisici.

La donna che più piace agli uomini è invece anzitutto bella, con un bel corpo ed un bel viso, dotata di abilità erotica, capacità affettive, giusto equilibrio fra socievolezza e riservatezza e… (sic!) attitudine femminile ai lavori domestici!

La scienza ha voluto trovare una spiegazione a tutto ciò nella continua selezione della specie a fini riproduttivi: se i figli devono nascere bene e sopravvivere a lungo, avendo la possibilità di riprodursi a loro volta, la madre che li mette al mondo deve essere sana e con determinate caratteristiche favorenti, tipo la giovinezza, i fianchi larghi, il seno pronunciato, la personalità aperta ma non troppo vivace, l’interesse per la cura dei piccoli. Il padre ideale più che bello deve essere anzitutto fedele, forte, potente, ricco, per mantenere e proteggere i suoi figli fino a che non saranno autosufficienti. Questi concetti di eugenetica (la disciplina che studia il miglioramento della specie umana) spiegano anche da dove vengano quelle strane, fatali attrazioni che, da sempre, scoccano fra donne giovani e belle e uomini di un certo prestigio sociale, anche se non più nel fiore degli anni.

Essere belli non significa automaticamente avere del sex appeal: se si è troppo belli infatti si spaventano quei candidati che, consapevoli della loro inferiorità su questo piano, non desiderano confrontarsi continuamente con gli inevitabili, pericolosi rivali e che tendono dunque ad azzerare subito i richiami sessuali dei ‘troppo belli’. Gli uomini più riservati, ad esempio, sembrano provare attrazione per bellezze femminili piuttosto misurate, mentre gli estroversi prediligono donne formose, dal seno prosperoso.

Da qualche decennio le cose sono un po’ cambiate, perché la cultura ed il progresso hanno, in tanti campi, vinto i dettami della natura. Le donne di oggi sono anch’esse forti, potenti e ricche e dunque possono finalmente permettersi anche loro di cercare puramente la ‘bellezza’ in un uomo. Ecco allora l’interesse crescente per i belli e ‘palestrati’. Dei ricercatori canadesi hanno scoperto ad esempio che, per far colpo sulle donne, basta semplicemente raccontare loro di lavorare duro sui propri muscoli in una palestra, anche se poi non è vero: il messaggio che arriva è quello di essere una persona sana, forte, pulita, allegra, socievole e dunque un buon partner sessuale.

Alla base dell’attrazione sembrano esserci, oltre che l’aspetto fisico, anche due componenti psicologiche: la somiglianza (valori comuni, cultura, hobbies…) e l’interessamento dell’altro (attenzioni particolari, riguardi, desiderio di compagnia, sentimenti affettuosi…), per cui questo rafforza il concetto che, per avere fascino, non occorre solo essere attraenti, ma anche avere dei contenuti, dei valori ed abilità comunicative.

Cercare di migliorare il proprio sex appeal si può ed è anche utile, non solo in campo strettamente sessuale, ma anche per migliorare le proprie chances di attrazione di possibili partner, ridestare l’interesse assopito di un coniuge, sentirsi più sicuri di sé nella vita.

Chi volesse affinare o potenziare il suo sex appeal dovrebbe anzitutto mettersi davanti ad uno specchio, osservarsi ed imparare a rispettarsi. Sebbene qualcosa di ‘esterno’ possa essere sicuramente migliorato, il lavoro più grande riguarda l’interno e fa leva sull’autostima: chi non si stima infatti, non si ama e se non si ama da solo, come può pretendere che lo facciano gli altri?

Giuliana Proietti
Il pensiero positivo,
Brossura-Xenia, 2001

pubblicità

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 19/04/2007

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati