Duepiu.Net, vivere meglio in coppia, seduzione, speciali, costume

Duepiu.Net, vivere meglio in coppia

Google

Buon pomeriggio, oggi è giovedì 25 maggio 2017

Che cos'è l'ottimismo?

gli speciali di duepiu.net
 

pubblicità

» vai a:

» indice degli Speciali

L'ottimismo

Che cos'è l'ottimismo?

di Anna Fata

L’ottimismo è la convinzione che gli eventi negativi sono temporanei, limitati alle circostanze presenti, e che non sono colpa nostra. Lo psicologo americano Martin Seligman, che ha effettuato numerosi studi in merito, ha individuato tre modi fondamentali che noi usiamo per darci ragione degli eventi, e che determinano il nostro pessimismo o il nostro ottimismo: 

  • la permanenza: i pessimisti sono convinti che gli eventi negativi influenzeranno sempre la loro vita. Gli ottimisti invece ritengono che quelli negativi sono temporanei, mentre quelli positivi hanno delle cause più permanenti

  • la pervasività: i pessimisti sostengono che il fallimento in un settore della vita si trasferisce anche agli altri,  mentre gli ottimisti sostengono che i fallimenti non sono generali, ma riferiti specificamente ad una situazione. Gli eventi positivi, invece, vengono percepiti come maggiormente pervasivi nella loro vita

  • la personalizzazione: i pessimisti pensano che gli eventi negativi dipendono da loro e non dalle circostanze. Gli ottimisti, invece, ritengono che i fallimenti sono da imputare alle circostanze e che i successi dipendono dalle loro azioni, non dalle circostanze.

L’ottimismo Dinamico
L’Autore, Max More, è giunto alla formulazione di questa teoria notando che spesso molte persone tendono a criticare o a lamentarsi, senza però proporre alcuna soluzione possibile. Il primo atteggiamento, del resto, è relativamente più facile del secondo. Tuttavia, non bisogna confondere l’ottimismo con un semplice atteggiamento sorridente e la ripetizione stereotipata di espressioni preconfezionate del tipo “don’t worry, be happy”. Alcune persone ritengono di non essere né ottimiste, né pessimiste, ma semplicemente realiste. In realtà, è possibile essere ottimisti essendo realisti allo stesso tempo. L’ottimismo e il pessimismo sono molto più di semplici atteggiamenti verso la verità. Affermare di essere ottimisti significa aspettarsi che la vita procederà bene, il che è una convinzione, che può essere corretta o meno. Gli ottimisti dinamici, però, vanno oltre le convinzioni, perché hanno anche degli atteggiamenti in base ai quali si impegnano nella loro vita, pensano e poi agiscono. E’ tramite l’azione diretta in prima persona che è possibile influenzare profondamente il pensiero, il comportamento e quanto riusciamo a conseguire. Qui si inserisce l’Ottimismo Dinamico che è un atteggiamento attivo, costruttivo, in grado di creare le condizioni per ottenere il successo, focalizzandosi ed agendo sulle possibilità e le opportunità disponibili. Credere semplicemente che le cose di per sé andranno a buon fine è uno ‘sciocco’ ottimismo, ma impegnarsi attivamente, dopo avere riconosciuto la realtà concreta con le sue opportunità ed i suoi limiti, è l’essenza dell’Ottimismo Dinamico.

Attenzione selettiva
Dal momento che la nostra attenzione è limitata, è consigliabile focalizzarsi sugli aspetti piacevoli, divertenti e costruttivi della vita. Gli ottimisti guardano lo stesso mondo dei pessimisti, ma in un modo diverso. C’è chi ammira un bell’abito nel suo complesso ed il modo in cui viene indossato e chi si focalizza su una piccolissima macchia di caffè su una manica. Oppure, è come trovarsi ad un party molto affollato: cerchiamo degli interlocutori che ci raccontino dei fatti positivi, divertenti, che sentiamo che ci possono arricchire, non quelli che si lamentano, che criticano gli altri, e così via. L’ottimista è realista, non nega né ignora le avversità, ma non è così centrato su esse come invece fanno i pessimisti,  le considera una parte della vita e non la sua totalità, e la sua attenzione è orientata verso gli aspetti positivi delle situazioni. Gli ottimisti considerano le avversità come sfide e opportunità per migliorarsi. Inoltre, se gli ottimisti si accorgono che le cose stanno andando bene le interpretano come un segno che tutto proseguirà per il meglio. I pessimisti, invece, o le rifiutano, oppure ritengono che non dureranno. D’altro canto, se le cose vanno male, pensano che andranno sempre peggio. Gli ottimisti cercano le soluzioni, e sono molto motivati a superare gli ostacoli.
 

1 - 2 - 3 - 4 »

torna indietro

segnala a un amico

inzio pagina

Pagina aggiornata al 11/05/2007

copyright © duepiu.net 2000-2017, tutti i diritti riservati